Museo dell'arte Contadina di Lucito (CB) - Molise

“Lucito…. un Monumento rurale per l’arte contadina Molisana”

Missione e strategie operative

Il Museo di Lucito (CB) conserva, incrementa e valorizza le propria collezione e la sua storia al fine di promuovere e diffondere la scoperta, la conoscenza, l’interpretazione, la salvaguardia degli attrezzi agricoli del passato in tutti i suoi aspetti.

A tal fine il Museo agricolo di Lucito, unico nel suo genere in Molise, si impegna per realizzare esposizioni di collezioni, eventi, documentazioni, consultazioni, divulgazione, organizzare eventi didattici e di formazione, instaurare rapporti con altri musei regionali, nazionali ed internazionali.

Queste strategie ed azioni sono necessarie per:

  • studiare il mondo dell’antica civiltà contadina del Molise e contribuire ad una crescita diffusa della consapevolezza del nostro passato con particolare attenzione agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, integrando con attività di visita, di laboratorio e di animazione i programmi di studio scolastici e organizzando attività di studio e di confronto a livello locale. In questo senso il Museo è uno dei luoghi privilegiati per costruire una diffusa cittadinanza anche al di là dello specifico pubblico scolastico;
    promuovere la storia della collezione del Museo e delle attività degli studiosi che hanno portato alla loro formazione;
  • stimolare con un ventaglio di modalità differenti l’interesse e la curiosità verso il mondo agricolo del passato, nell’interpretazione delle sue origini;
  • evidenziare il sistema del vincoli, delle opportunità e delle relazioni per un dialogo tra società, arte, storia e cultura, indirizzato ai temi della sostenibilità storica in relazione alle attività umane;
  • nutrire il dibattito e la riflessione della comunità locali, con particolare attenzione al mondo universitario anche attraverso la partecipazione a reti tematiche internazionali;
    intessere un costante dibattito e costruire relazioni di cooperazione con il sistema dei musei agricoli non solo a livello regionale ma anche nazionale ed internazionale, assumendo, inoltre, il ruolo di punto di riferimento per i musei del territorio regionale.

II museo si adopera inoltre a trovare i raccordi e i rimandi tra le collezioni proprie e degli altri musei agricoli molisani e le componenti naturalistiche del territorio regionale, favorendone la conoscenza, l’interpretazione, la conservazione degli antichi usi di questa realtà.

L’ideatore Christian Agricola

Il processo di ristrutturazione

L’immobile dove è istituito il museo è una tipica casa rurale risalente alla fine del XVIII inizio XIX secolo opportunamente restaurata valorizzando gli elementi architettonici propri delle abitazioni rurali del periodo come ad esempio il pozzo interno per approvvigionamento acqua per abbeverare gli animali e camino, gli anelli in metallo impiantati nella muratura in pietra in prossimità dell’accesso dell’ abitazione contadina che servivano a legare gli animali (buoi, asini, cavalli, etc..)

  • Ristrutturazione
  • Materiali utilizzati
  • Obiettivi

Gli interventi effettuati sono stati esclusivamente di ristrutturazione, restauro conservativo, con lievi interventi di valorizzazione del sito ed adattamento per una rinnovata e migliore fruizione.

I materiali utilizzati fanno tutti riferimento alla tradizione dei materiali locali così come pure le tecniche costruttive sono quelle diffuse da sempre nella zona.

Tali interventi sono stati effettuati con l’obiettivo di riutilizzare gli ambienti interni a scopo pubblico come: museo, mostre, degustazioni prodotti tipici ed eventualmente corsi per tramandare la tradizione culinaria (scuola didattica), centro per piccole video-conferenze e convegni sui temi dell’economia e vita rurale quale traino per la società operante nel piccolo borgo molisano.

L'ideatore

Christian Agricola nasce l’11 Febbraio 1987 a San Severo (FG) (Puglia) dove trascorre la sua infanzia e parte della sua adolescenza studiando presso il Seminario Vescovile di San Severo sotto l’ausilio e la Benedizione dell’attuale Arcivescovo di Teramo Monsignor Michele Seccia. A soli 16 anni segue la sua famiglia che per motivi di lavoro si sposta prima in Toscana (Firenze- Fiesole) e poi nelle Marche (Ancona e Servigliano).

Inizia così ad inserirsi nel mondo dell’edilizia lavorando per la storica società di costruzioni del padre. Nel 2006 a causa di un incidente stradale quasi fatale non potendo fare più importanti lavori fisici decide di continuare quel percorso ma in modo alternativo analizzando il mercato del settore immobiliare in zone poco sviluppate ma con grandi potenzialità. Nel 2007 giunge per caso in Molise dove, ammaliato dalla bellezza dei paesaggi, dalla cordialità dei suoi abitanti e dallo stile di vita, decide di stabilirsi e mettere su famiglia.

Nel 2009 crea la prima agenzia immobiliare, l’Agricola Enterprise srl, (www.agricolaenterprise.it) e nel 2012 fonda il Gruppo Agricola Enterprise real Estate Limited (multinazionale Anglosassone operante nel settore Immobiliare-costruzioni e progettazioni edili) (www.propertymolise.com). Insieme ad un gruppo di amici nel 2014 fonda la Società Molise4Seasons Tour Operator Limited (www.molise4seasons.com – www.holidaymolise.com) azienda che si occupa del settore turistico incoming per il Molise rivolta principalmente a un mercato estero con l’obiettivo di ripopolare e valorizzare i piccoli borghi arroccati che caratterizzano il territorio molisano.

L’idea del museo, la cui realizzazione è stata possibile grazie alla partecipazione a un bando pubblico PSR 2007/2013, nasce proprio dalla volontà di valorizzare in modo esemplare questo territorio dalle grandi potenzialità e tramandare ai posteri la memoria della civiltà contadina affinché si faccia tesoro delle proprie origini. Si cercherà di inserire la piccola realtà di Lucito, borgo pieno di tesori nascosti sfruttati allo 0%, all’interno di un circuito di turismo culturale sia a livello nazionale che internazionale. Proprio per questo, il museo di Lucito è l’unica struttura molisana a vantare di essere entrata a far parte dell’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei.

Logo Museo di Lucito

Il museo di Lucito

Conserva, incrementa e valorizza le propria collezione e la sua storia al fine di promuovere e diffondere la scoperta, la conoscenza, l’interpretazione, la salvaguardia degli attrezzi agricoli del passato in tutti i suoi aspetti.

A tal fine il Museo agricolo di Lucito, unico nel suo genere in Molise, si impegna per realizzare esposizioni di collezioni, eventi, documentazioni, consultazioni, divulgazione, organizzare eventi didattici e di formazione, instaurare rapporti con altri musei regionali, nazionali ed internazionali.

Contatti

Via G.Pepe 106, 108, 110 86030 Lucito (CB) | Molise | Italia Telefono:(39) 349.4128133Email:direzione@italianmuseum.itWeb:https://www.italianmuseum.it/